news - vino - Saperintavola - vinitaly - agenzia - comunicazione - ufficio stampa - Prosmedia - Verona - Wine - Love - Nadia - Merzi

Vinitaly e Wine Power: la classifica dei top 100 del vino pubblicata da Cronache di gusto. Dal periodo pre-Covid il 40% sono new entry.

I soliti noti, ma non solo, nella Power Wine list dei 100 personaggi più potenti del vino in Italia.

A stilare la classifica il giornale online Cronache di Gusto che dal 2014, in concomitanza con il Vinitaly, pubblica un magazine, distribuito gratuitamente nei giorni della fiera, con la lista dei top 100 del vino.

I top 100 sono personaggi che, tra istituzioni e mercato, lasciano il segno nel mondo del vino.

Alla vigilia della pubblicazione dei  Top of the Top, tre sono i nomi che negli anni hanno sempre occupato il primo posto e mantengono ancora oggi un ruolo di primissimo piano: il presidente degli enologi Riccardo Cotarella, il produttore piemontese Angelo Gaja e il docente universitario e presidente del Comitato nazionale Vini Attilio Scienza.

Mentre la top ten di questa speciale classifica sul wine power annovera:

  1. l’euro parlamentare Paolo De Castro (era n.9 nel 2019);
  2. Luigi Moio (era 49°);
  3. il dirigente Mipaaf Giuseppe Blasi (18°);
  4. il sottosegretario alle Politiche agricole con delega al Vino Gian Marco Centinaio.

A seguire, sempre in ascesa al quinto posto Piero Antinori (13°), posizione numero sei per Lamberto Frescobaldi (14°).

Scala due posizioni e va al settimo posto il direttore generale di Veronafiere Giovanni Mantovani (era 9°), segue e conferma la posizione il presidente di Coldiretti Ettore Prandini.

Sale dal quindicesimo posto al nono il fondatore di Slow Food, Carlo Petrini; chiude la top ten il pugliese Francesco Liantonio che recupera sette posizioni.

Tra le novità di quest’edizione la classifica andrà da domani anche online su www.winepowerlist.it e si potrà leggere anche in lingua inglese. 

L’edizione 2022, precisano i curatori, vede il 40% di new entry tra titolari di cantine di fama, presidenti di consorzi, politici, alti burocrati, influencer, e diversi manager a capo di fondi di investimento che stanno facendo shopping di aziende vitivinicole in varie parti d’Italia.

Per Fabrizio Carrera, direttore di Cronache di Gusto e ideatore della classifica: “la Wine Power List è un fermo immagine sul peso specifico di tanti personaggi di uno dei simboli del made in Italy”.

Il vino con il suo fatturato e la sua propensione all’export sta diventando sempre più un player economico rilevante e pertanto può essere utile tracciare la mappa di chi in qualche modo muove le fila.

Ti interessano notizie e aggiornamenti su vino, cibo, turismo?

Ci pensa SaperInTavola a soddisfare la tua fame di news e sete di curiosità.

Scopri di più

Seguici

© 2021 tutti i diritti sono riservati