news - cibo - SaperInTavola - Superior Taste Award - International Taste Institute - agenzia - comunicazione - ufficio - stampa - ProsMedia - Verona - Wine - Love - Nicoletta Apolito - credit Ketut Subiyanto - Pexels

La giuria dell'International Taste Institute ha assegnato a 2.350 prodotti enogastronomici il Superior Taste Award 2022 in quanto "ben fatti, equilibrati e deliziosi". 36 premi a prodotti Made in Italy.

Chef e sommelier premiano 36 produttori italiani grazie al miglior gusto dei loro prodotti enogastronomici.

Componenti della giuria dell’International Taste Institute alcuni chef e sommelier di livello mondiale, come:

  • Ferran Centelles (head sommelier della Fondazione El Bulli),
  • Bernard Vaussion (Capo chef del presidente della Francia),
  • Cristian Brancaleoni (Miglior Sommelier d’Italia 2022),
  • Giuseppe Di Iorio (1 Stella Michelin).

In questa iniziativa che vuole “rendere il mondo un posto più gustoso” l’Italia si aggiudica importanti premi di eccellenza dimostrando così, come sottolineato dai giurati, “attenzione al gusto”.

Ferrarelle, Angelo Poretti, Cirio e Riso Vignola sono solo alcuni dei 36 produttori premiati del made in Italy. E sono sette i prodotti in Italia che hanno ottenuto i premi speciali.

In tutto il mondo, sottolinea la giuria dell’International Taste Institute, i produttori di alimenti e bevande stanno investendo in modo significativo nella qualità e nel gusto.

Sono 28 i prodotti che hanno ricevuto il Crystal Taste Award e 17 prodotti hanno raggiunto l’esclusivo Diamond Taste Award, in quanto conservano alti livelli qualitativi e gustativi per più anni.

“I migliori chef di tutto il mondo in rappresentanza di tutte le principali associazioni culinarie, chef stellati Michelin, chef attivi nelle cucine di Presidenti e famiglie Reali, si riuniscono per valutare i prodotti di consumo di tutto il mondo” – ha sottolineato Alan Coxon, presidente della giuria di chef dell’International Taste Institute.

Da questo osservatorio professionale emerge che nel 2022 si è assistito di nuovo a una forte crescita nella presentazione di prodotti legati alla salute e alla sostenibilità.

C’è stato un aumento a due cifre delle alternative a base di carne e latticini a base vegetale, prodotti senza glutine e vegani.

Uno studio del 2022 di Ingredion Proprietary Research ha mostrato che il 53% degli acquirenti di prodotti vegetali considera il “gusto” come il criterio di acquisto più importante, molto più avanti di “nutrizione”, “equità del marchio” o “convenienza”.

“Produrre prodotti sani ma anche gustosi è una grande sfida per l’industria alimentare” – ha evidenziato Eric de Spoelberch, Ceo dell’International Taste Institute – “siamo estremamente felici di vedere che un numero crescente di prodotti vegani o vegetariani sottoposti alle nostre valutazioni quest’anno, sono stati premiati dalla nostra giuria. Un forte miglioramento rispetto agli anni precedenti a dimostrazione del fatto che i produttori stanno investendo in modo significativo nella qualità gustativa”.

 

Ti interessano notizie e aggiornamenti su vino, cibo, turismo?

Ci pensa SaperInTavola a soddisfare la tua fame di news e sete di curiosità attraverso un’attenta selezione di notizie recenti e pertinenti. Segui SaperInNews

Scopri di più

Seguici

© 2021 tutti i diritti sono riservati